Il Morione
Notizie
http://www.ilmorione.it/notizie.html

© 2021 Il Morione  Associazione culturale storico oplologica - C.F. 92230760289 - info@ilmorione.it - Tel.+39 348 5013366    Definizioni e termini d'uso - Informativa trattamento dati personali

Home - Contatti - Area Associati

Messaggio del Presidente

Le limitazioni alla vita sociale imposte dalla perdurante situazione pandemica hanno ridotto notevolmente le attività del MORIONE, in special modo, e in misura pressoché totale, quelle che si esplicano attraverso incontri culturali e storico-sportivi, che negli ultimi anni (prima dello sciagurato 2020) eravamo riusciti a promuovere con riscontri molto positivi di partecipazione e simpatia anche da parte di numerosi non iscritti al nostro sodalizio. Siamo ben consapevoli che il rallentamento imposto dalle disposizioni sanitarie (e dal buon senso) rischia di affievolire tale fervore di contatti e di interessi condivisi, cioè il collante stesso che tiene in vita un’associazione, unendo intorno a un nucleo comune gli associati e i simpatizzanti. Con soddisfazione e speranza diamo pertanto alla luce un altro numero della nostra rivista, unico strumento, o quasi, di cui al momento ancora disponiamo per realizzare i fini culturali e ricreativi indicati nello statuto sociale. Una linea di conti- nuità sottile ma concreta tenuta viva grazie, come sempre, alla disinteressata fatica intellettuale di alcuni soci e collaboratori. Il primo saggio, di Massimo Pagani, apprezzato autore di opere fondamentali sulle ex ordinanza storiche e graditissimo relatore nei nostri ultimi convegni, focalizza l’attenzione sull’evoluzione della pistola francese da cavalleria dai primi decenni del ‘700 alle soglie della retrocarica, alternando dettagli tecnici a considerazioni sulle motivazioni politico-militari sottese ad alcune scelte. Di natura squisitamente storico-militare è il saggio di Bruno Dotto, che ci offre una cronaca scrupolosamente documentata su fonti dell’epoca – secondo il rigoroso metodo di ricerca che abbiamo sempre riscontrato anche nei suoi numerosi lavori già apparsi nelle nostre pubblicazioni – di un episodio bellico che vide gli insorti veneziani del 1848 avere la meglio (successo parziale e momentaneo, come ben sappiamo) su alcuni contingenti degli austriaci assedianti. Il socio Franco Dell’Avo, che ho il piacere di ricordare sui campi di tiro ad avancarica fin dai miei primi lontani approcci a tale appassionante disciplina, ci riporta le sue esperienze di ricarica e tiro con la carabina Wänzel, con ricchezza di dettagli esecu- tivi, illustrati in fotografie e schemi tecnici. Un brillante stimolo a cimentarsi nella sfida di far rivivere venerandi reperti in calibri obsoleti e, come in questo caso, piut- tosto ostici da ricreare. Chiude la rassegna il corposo articolo, ricco di acume storico e citazioni da corrispondenze e relazioni dell’epoca, del socio Giorgio Calore su un’arma militare rela- tivamente poco conosciuta e controversa, ma decisamente affascinante, come molte delle creazioni Colt: il revolver Double Action Army mod. 1902.
Il Presidente - Beniamino Lavarone